Più Guida Ristoranti edizione 2014 – Più Guida Ristoranti, la guida di ITALIA PIÙ

La passione in tavola

Presentazione a cura di Stefano Danieli e Domenico Renis.

Ecco ci siamo -direte voi- l’ennesima Guida gastronomica di cui tra l’altro nessuno sentiva la necessità. E invece no, niente di tutto questo.Questa volta non raccontiamo immaginifiche avventure gastronomiche a poco prezzo (per noi) e a troppi inutili superlativi (per voi). Qui si raccontano cucine, ambienti e cantine che noi e tutti i colleghi di Italia Più, frequentiamo tutti i giorni durante i nostri viaggi di lavoro e dei quali ci siamo appuntati il nome impreziosito magari da qualche breve nota a piè di pagina.
La differenza tra questa e le altre Guide è che qui non parla il professionista della cucina ma chi durante il proprio percorso per promuovere il territorio entra in contatto con il ristoratore, con lo chef o il sommelier e da loro stessi cerca di comprendere la passione ed il lavoro che accompagna ogni piatto che ci viene portato in tavola. Quasi un promemoria costruito sul campo, uno di quei minuscoli taccuini che un tempo il bravo viaggiatore alla Bruce Chatwin teneva sempre con sè per mandare a memoria veloci appunti di viaggio, ricordi in pillole fatti apposta per non sbagliare una strada, non dimenticare un volto o l’indirizzo giusto per un pranzo di qualità ed un buon bicchiere, anche nella località meno conosciuta e frequentata. Verrebbe da dire che questa, più che una Guida, è un passaparola tra iniziati; essenziale per chi viaggia per lavoro, per amicizia o per piacere ma che comunque vuole concedersi sempre una tappa e una cucina adeguate all’occasione, esattamente lo stesso percorso che facciamo da sempre con Italia Più, una rivista che da oltre 20 anni fotografa ed esalta le eccellenze del territorio. All’interno troverete schede veloci impreziosite da pochi appunti ma nessuna concessione ad aggettivi retorici o peggio, a superlativi assoluti spesi con facile inganno. Non era questo il nostro scopo. Mille recensioni potevano apparire come un numero costruito ad arte, facendo cadere tutto in un frullatore indefinito di nomi e ricordi senza volto. Qua invece parliamo di circa 700 ristoranti. Un numero imperfetto ma forse proprio per questo capace davvero di esaltare ogni singolo locale e di farcelo riconoscere come unico e inimitabile. Per rendere ancora più dinamico e vivo il racconto, l’abbiamo accompagnato con simboli e immagini veloci. Perfette per essere facilmente riconosciute e memorizzate a colpo d’occhio. I simboli hanno il compito importante di aprire le porte alle esigenze di chi va alla ricerca di location veloci, o meno veloci, o per rintracciare a colpo d’occhio un tavolo collaudato dove trascorrere il tempo di un pasto ricco di soddisfazione.
I simboli rappresentano quindi il criterio di accesso più rapido e immediato per chi cerca un ristorante nel suo percorso, naturalmente il secondo criterio di scelta sarà la recensione. Qui troverete solo cucine di razza sostenute da solida tradizione del territorio e arricchite da cantine giuste e oneste. Nei nomi e nei prezzi.
Poche cose ma sincere. Forse una rarità di questi tempi, ma era giusto provarci con la convinzione che il piacere di averla sempre a portata di mano possa essere superato solo dal privilegio di poterla usare davvero